Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l'esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online. Se prosegui nella navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni leggi la privacy policy e la cookie policy presenti nel sito.

Master in mediazione familiare

banner2022

informazioni

Master in Mediazione Familiare

in fase di riconoscimento presso Associazione Italiana Mediatori Familiari (AIMeF) , Ordine degli Assistenti Sociali della Toscana e Ordine degli Avvocati di Firenze 

Prossima Edizione: settembre 2022-settembre 2023

Primo incontro 17 settembre 2022

 

 Aggiornato in base alla Norma nazionale sul mediatore familiare: UNI 11644

Il Master si concentra sull'approfondimento specifico in ambito di mediazione familiare, inteso come percorso per la riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o in seguito alla separazione o al divorzio, con attenzione ai recenti sviluppi metodologici e legislativi. Verrà dato ampio spazio alle teorie e alle tecniche di mediazione nei vari ambiti professionali e contesti istituzionali (scolastico, penale, civile, sociale, coordinazione genitoriale).

Obiettivo del Master è la formazione di professionisti in grado di lavorare con gli strumenti specifici della mediazione familiare. Il mediatore familiare opera affinché i genitori mantengano vivo il senso e la pratica della loro responsabilità genitoriale e sappiano salvaguardare la propria autostima nel momento di crisi. Il mediatore familiare è un operatore adeguatamente formato anche riguardo la comprensione del conflitto, tenuto al rispetto del segreto professionale, che aiuta la coppia a trovare, al di fuori del sistema giudiziario, una intesa pragmatica, dunque anche di dettaglio, verso una separazione soddisfacente.

Il Master è stato riconosciuto in modo continuatiuvo nel corso degli anni dall'Associazione Italiana Mediatori Familiari (AIMeF) e accreditato per l'aggiornamento professionale degli iscritti dall'Ordine degli Assistenti Sociali e dall'Ordine degli Avvocati. Siamo in attesa delle conferme di tali riconoscimenti anche per l'edizione 2022. Il Master rispetta i criteri del Forum Europeo in Mediazione Familiare e le indicazioni della Norma nazionale sul mediatore familiare UNI 11644.

Destinatari

Il Master è riservato a laureati almeno triennali in area psicologica, giuridica, pedagogica, umanistica, sociale, medica. Potranno essere valutate le richieste di ammissione con titolazione diversa da quella prevista. È previsto un colloquio informativo e conoscitivo con il candidato, da svolgersi con il Responsabile del corso.

Organizzazione, esami, attestati

ulla base delle nuove indicazioni della Norma nazionale sul mediatore familiare: UNI 11644 il Master si articola in due livelli di formazione:
- Primo livello: 248 ore di frequenza d'aula (14 fine settimana, sabato e domenica 9,30-13,30 / 14,30-18,30, oltre ad un weekend "lungo", comprendente anche il venerdì).
- Al termine del primo livello, gli allievi che avranno svolto almeno l'80% delle ore potranno sostenere un esame volto a valutare l'acquisizione delle competenze teorico-pratiche del candidato. L'esame prevede la discussione di una tesi oltre ad una prova scritta e ad una pratica.
- Per l'iscrizione ad AIMeF è necessario lo svolgimento di un esame di secondo livello, in presenza di un membro AIMeF, da svolgersi come minimo dopo 2 anni dall'inizio del Master. Il superamento dell'esame di secondo livello permette il conseguimento di un attestato di qualifica professionale, che dà accesso alla certificazione presso enti terzi (crf. Legge 4/2013 e Norma UNI).
- La Scuola organizza periodicamente sessioni di esame di secondo livello a cui potranno accedere i candidati che presentino la certificazione di avvenute 40 ore di tirocinio/stage, da svolgersi presso Enti individuati direttamente dall'allievo, e 40 ore di pratica supervisionata su almeno un caso svolto personalmente dal mediatore.
La Scuola, per chi ne fa richiesta, prevede l'attivazione di sessioni individuali o di gruppo di pratica supervisionata.

Responsabile scientifico

Antonella Parrini, psicologa, psicoterapeuta, mediatrice familiare e supervisore mediatori familiari AIMeF.

Contesto normativo di riferimento

Il riferimento normativo relativo alla mediazione familiare è la normativa vigente in tema di separazione, divorzio e affidamento dei figli minori. Il riferimento normativo per la formazione in ambito di mediazione familiare è la Norma nazionale sul mediatore familiare: UNI 11644:2016.

Sbocchi occupazionali

Il titolo è utile per esercitare la professione di mediatore familiare ed iscriversi alle associazioni di categoria di riferimento. Dove previsto consente l'iscrizione nell'elenco degli esperti del Tribunale.

Investimento economico

Vedi programma dettagliato (sotto).

 

Programma dettagliato, calendario e modulo di iscrizione

Scarica il programma e il calendario
Scarica il modulo di iscrizione

informazioni